Poesia Condivisa 2 N. 59: GIUSEPPE CONTE

Giuseppe Conte

Vita privata

E spesso, quando si finiva di parlare
di libri e fotografia, Herlinde mi chiedeva
«com’è la tua vita privata, your private
life». Mi era sempre difficile rispondere.
Da dove cominciare? Perché non bere
ancora il vino bianco secco ghiacciato
che a lei piaceva tanto? «La mia vita
privata, deprived, senza senso, tagliata,
priva di dei e di demoni, vuoi dire,
senza sostanza e saldezza: un’ombra,
che non sa chi amare, e cosa».
Ma non mi venivano così le parole.
E ridevamo tantissimo insieme, come suole
chi non è innamorato.

da Dialogo del poeta e del messaggero,1992, in GIUSEPPE CONTE – POESIE (1983-2015 ), Oscar Mondadori, Introduzione di Giorgio Ficara, Mondadori (Milano, 2005)

More from Annamaria Ferramosca

Poesia Condivisa 2 N.19: SEAMUS HEANEY

The given note On the most westerly Blasket In  a dry- stone...
Read More

1 Comment

  • Con questo testo di Giuseppe Conte che parla dell’inconsistenza di una vita senza amore, la rubrica Poesia Condivisa prende congedo definitivo dai suoi lettori. Come ideatrice e curatrice di Poesia Condivisa ringrazio tutta la redazione di Poesia2punto0 e in primis Luigi Bosco, per il sostegno tecnico nei molti anni di attività della rubrica lungo le fasi di Poesia Condivisa 1 e 2. Tutti i post resteranno disponibili on line a tempo indeterminato. Un denso grazie anche a tutti coloro che hanno seguito e diffuso i testi poetici moltiplicando la conoscenza di tanta poesia di spessore italiana e straniera. Auguro a tutti buona estate e vita sempre nutrita dalla lettura di buona poesia.
    Annamaria Ferramosca

    Per chi volesse contattarmi, il mio indirizzo elettronico è nel sito http://www.annamariaferramosca.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.