Zibaldello n.20: Grazie Amazon

 

Grazie Amazon di aver creato Kindle, finalmente posso andare in treno con tutta la mia libreria, posso portarmi i 1400 volumi e scegliere cosa leggere; forse il tragitto Verona-Bologna in freccia argento è troppo veloce per permettere di scegliere, che strano è proprio come nella lettura: dovremmo rallentare.
Grazie Amazon, anzichè kindle sarebbe stato meglio kinder, dal vago sapor di cioccolato: poteva scaricare le ricette al microonde formato Parodi.
Grazie Amazon, senza dubbio hai creato nuovi lettori compulsivi in imbarazzo tra Vespa e Saviano, veramente utile poter portare tutti quei libri in spiaggia sotto l’ombrellone, mi spaice un po’ non fare l’orecchio a Urania o al Giallo Mondadori, ma sono sicuro che a breve mi doterai di un pad pieghevole.
Grazie Amazon, che dopo aver svenduto i tuoi prodotti con saldi da macero, ci dai questo faro di cultura; grazie perchè potro smettere di andare all’Ikea a vedere gli scaffali, eviterò le code e non mangerò più i biscottini svedesi, sarà dura rinunciare al salmone, ma in nome del ritorno alla cultura è un prezzo che si paga volentieri.
Grazie davvero della velocità con cui potrò scaricare la Tamaro, della batteria che dura un mese, sarebbe stato spiacevole se mi moriva sul più bello mentre finivo il giallo.
Grazie del surrogato d’inchiostro del wi-fi integrato e di aver risparmiato la mia schiena su è giù con scatoloni.
Grazie Amazon, mi sento gia un pelino più intellettuale adesso che posso leggere Cioran con un clic, devo stare attento a non inumidirmi il dito altrimenti mi si impatacca lo schermo.
Grazie di questo meraviglioso futuro del libro.

More from Alessandro Assiri

Vicolo Cieco n.26: La critica che vorrei – atto secondo

  Credo che lo spazio espositivo debba vivere in un rapporto dialogico...
Read More

1 Comment

  • ho sorriso molto di questo articolo (certamente ironico-amaro). Ho esperienza del kindle perché mi è stato regalato. Scaricati da amazon degli e-book tradotti in modo approssimato (secondo me sono pagine di traduzione scannerizzate..). Il risultato molto comico (una di queste traduzioni è il Don Chisciotte. lascio immaginare). Confermo, oltre il dito umido (ironico), anche il problema della sabbia in spiaggia.
    Il vantaggio è il poco spazio in valigia, tutto a beneficio di ciò che si vede e si mostra 🙂

    un caro saluto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.