Gabriella Sica – Scheda Autore

Gabriella Sica, nata a Viterbo il 24 ottobre 1950, è romana d’adozione fin da quando, a dieci anni, è venuta a vivere a Roma. Nel gennaio del 1980, Gabriella Sica fonda e dirige fino al 1987 la rivista “Prato pagano“, attorno alla quale si riuniscono poeti e scrittori di una nuova generazione. Nel 1983, nell’Almanacco dello Specchio di Mondadori, pubblica Poesie per le oche, con una prefazione di Giovanni Raboni. Nel 1986 pubblica nei quaderni di “Prato paganoLa famosa vita. Seguono nel 1992 Vicolo del Bologna nelle edizioni “Pegaso” dirette da Manlio Cancogni, e nel 1996 Poesie bambine, con una lettera di Emanuele Trevi, presso le edizioni milanesi “La Vita felice”. Prosegue il lavoro sulla poesia contemporanea iniziato con “Prato pagano” curando l’antologia La parola ritrovata Ultime tendenze della poesia italiana (Marsilio 1995). Nel 1996 pubblica, presso Pratiche, Scrivere in versi Metrica e poesia, un libro sulla tradizione poetica italiana. Pubblica presso Marsilio un libro di prose saggistiche dal titolo Sia dato credito all’invisibile . Ha inoltre pubblicato due racconti lunghi: Scuola di ballo (1988, Premio Lerici- Golfo dei poeti) ed E’ nato un bimbo (Oscar Mondadori, 1990). Ha realizzato per la RAI, tra il 1998 e il 1999, sei video film sui grandi poeti del Novecento: Ungaretti, Saba, Pasolini, Montale, Penna e Caproni, i cui primi tre sono stati pubblicati in video cassette (Einaudi 2000 e 2001). Un suo radio documentario è stato trasmesso da Radio 3, dall’1 al 5 maggio2000, con il titolo C’erano i contadini realizzato nella campagna viterbese in cui Gabriella Sica ha trascorso le vacanze dell’infanzia e dell’adolescenza.


More from Redazione

Narda Fattori: ‘Venti gradi nel diluvio’

  di Vincenzo D’alessio Narda Fattori ha partecipato con questa raccolta, intitolata...
Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.