Poesia Condivisa 2 N.37: Beppe Salvia

in cielo i nuvoli son grandi vele
bianche, velieri. Io voglio per mare
un fondo di bottiglia e davvero
esitare a scrivere, non vere
le parole han bisogno di severe
prigioni dove snebbiare; più terse
allora seguiranno il verso giusto
più vere eviteranno le maldestre
oasi d’ambiguità che son rare
ai deserti e frequentissime dove
il deserto è la folla delli errori,
e degli uomini incerti qui nei mari
d’assenza e di dolore. Come fiori
di mandorlo e di pesco le parole.

da Un solitario amore, Fandango Libri (Roma, 2006), a cura di Flavia Giacomozzi e Emanuele Trevi.

More from Annamaria Ferramosca

Noi Rebeldìa 2014.01. www.poesia2punto0.com FOEMINA. testo collettivo anonimo (marzo2014)

FOEMINA fallo  fallo –  ti grida — e pure ti sceglie nel...
Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.