EUROPA IN VERSI Quinta edizione 8, 9 e 12 maggio 2015 – Como

villa-del-grumello_sede-di-

ECOPOETRY: DALL’EMOZIONE ALLA RAGIONE

Un programma ricco e articolato caratterizzerà la quinta edizione del Festival Internazionale di Poesia Europa in Versi dal titolo “Ecopoetry: dall’emozione alla ragione” che si terrà a Como venerdì 8 maggio presso l’Associazione Carducci, sabato 9 maggio a Villa del Grumello e martedì 12 maggio presso il Chiostro di Sant’Abbondio dell’Università degli Studi dell’Insubria.

L’evento è organizzato da La Casa della Poesia di Como in collaborazione con l’Associazione Giosuè Carducci e l’Associazione Culturale e Musicale Studentesca Sant’Abbondio.

 

POETRY SLAM: I PIÙ GRANDI SLAMMER ITALIANI A EUROPA IN VERSI

La nuova edizione di Europa in Versi si aprirà venerdì 8 maggio alle 18.15 presso l’Associazione Carducci di Como con un Poetry Slam organizzato dalla Lega Italiana Poetry Slam: una coinvolgente gara a colpi di versi tra giovani poeti che verranno valutati da una giuria sorteggiata tra il pubblico. Allo slam parteciperanno otto tra i maggiori poeti-slammer italiani: Paolo Agrati, Tiziana Cera Rosco, il duo Eell Shous, Roberta Galbani, Elisa SB Orlando, Alfonso Maria Petrosino, Simone Savogin e Tusco. Special guest sarà Pierluigi Lenzi, vincitore del campionato “Poetry Slam 2014 by LIPS”, mentre i Maestri di Cerimonia saranno Dome Bulfaro e Marco Borroni, che hanno condotto le finali nazionali dell’ultimo Campionato LIPS.

Il format del poetry slam, consolidato dal lontano 1987 e promosso dalla LIPS in tutto il Paese, ha tre ingredienti semplici ed efficaci: tre minuti a poeta (in due manche) per enunciare oralmente un proprio testo senza l’aiuto di basi musicali o vestiti di scena, una giuria popolare formata da cinque giurati scelti a caso tra il pubblico, e un pubblico attivo e protagonista. Lo spirito dell’evento non mira tanto a incoronare un vincitore ma a far trionfare la poesia, una forma d’arte che può dimostrarsi coinvolgente e trascinante.

ECOPOETRY: DALL’EMOZIONE ALLA RAGIONE

Europa in Versi continuerà sabato 9 maggio a partire dalle 14.30 a Villa del Grumello di Como, dove grandi poeti italiani e stranieri leggeranno i propri versi. Nell’anno di Expo il tema del festival non poteva che essere legato a cibo e letteratura: dalle metafore alimentari di Emily Dickinson al poemetto gastronomico- mitologico di Tomaso Kemeny. Tra gli altri temi affrontati, la tutela dei diritti umani, la condanna della guerra, i messaggi di pace, amore e solidarietà e la difesa dell’ambiente.

Alla giornata parteciperanno poeti europei, come il performer inglese Peter Waugh, i turchi Metin Cengiz e Müesser Yeniay, il catalano Manuel Forcano e l’estone Jüri Talvet, ma anche poeti provenienti da ogni parte del mondo, come le giapponesi Mariko Sumikura e Taeko Uemura, gli uruguaiani Julio Pavanetti, Annabel Villar e la libanese Hanane Aad.

A completare il parterre di ospiti saranno Maurizio Cucchi, Giovanni Tesio, Piera Mattei, Erik Lindner, Ottavio Rossani, Guido Oldani, Maria Pia Quintavalla, Donatella Bisutti, Mario Castro Navarrete e Andrea Tavernati.

I reading saranno intervallati da momenti musicali a cura degli allievi del Conservatorio di Como (Miriam Rigamonti al pianoforte, Mariella Rigamonti al violino ed Emanuele Rigamonti al violoncello) e del Liceo musicale Teresa Ciceri di Como, con la partecipazione della soprano giapponese Mika Satake.

Quest’anno abbiamo voluto ulteriormente ampliare la rosa degli ospiti per offrire al pubblico una grande varietà di voci e di poetiche: la poesia è un linguaggio universale, in grado di parlare al cuore e alla mente di tutti, al di sopra di ogni differenza di etnia, lingua, religione, cultura. Oggi più che mai il mondo ha bisogno del messaggio di pace e solidarietà che la poesia può trasmettere. Dall’emozione alla ragione, è questo il miracolo della poesia: suscitare forti emozioni che inducono a pensare, prendere coscienza della realtà intorno a noi e impegnarsi individualmente per migliorare il mondo” afferma Laura Garavaglia, presidente de La Casa della Poesia di Como.

Il Festival si concluderà martedì 12 maggio alle 11 presso il Chiostro di Sant’Abbondio a Como, sede dell’Università degli Studi dell’Insubria, con un interessante incontro con il poeta e traduttore Davide Rondoni sul tema “Mettere a fuoco la vita. Poesia e traduzione”.

 “Il Festival è un evento ormai consolidato sul nostro territorio, in grado di attirare un pubblico sempre più numeroso, non solo locale, ma anche internazionale. Importante per noi è anche raggiungere e coinvolgere i giovani, farli sentire attori della promozione culturale del territorio: per questo motivo, ormai da cinque anni, collaborano all’organizzazione del Festival anche gli studenti dell’Università dell’Insubria, del Conservatorio G. Verdi e di alcuni scuole superiori di Como” conclude Laura Garavaglia.

LA BOTTEGA DELLA POESIA

Durante il Festival, dalle ore 14.30 alle 16, il poeta e critico letterario Mario Santagostini terrà la “Bottega di poesia”, già collaudata con successo durante le scorse edizioni, offrendo pareri critici a tutti coloro che tra il pubblico vorranno far leggere i loro versi.

Per iscrizioni alla Bottega scrivere a lacasadellapoesiadicomo@gmail.com.

Ingresso libero.

 

 

L’evento è realizzato con il patrocinio di Padiglione Italia – EXPO Milano 2015, Regione Lombardia, Provincia di Como, Sistema Como – Como Cultural Capital-Il Canto della Terra, Università degli Studi dell’Insubria, Conservatorio “G.Verdi” di Como, PEN CLUB Italia, PEN CLUB Svizzera Italiana, 40° Anniversario gemellaggio Como Tokamachi.

Con il patrocinio e contributo del Comune di Como.

Con il sostegno di Villa del Grumello. Con il contributo di Acsm Agam, Fondazione Alessandro Volta, Fondazione della Comunità Comasca Onlus, Hotel Metropole Suisse, Nederlandletterfons Dutch Foundation for Literature.

Si ringrazia per la collaborazione: Poestate, Parolario, Eleutheria, Casa Brenna Tosatto, Teatro Sociale AsLiCo.

Informazioni e contatti:

www.lacasadellapoesiadicomo.it

lacasadellapoesiadicomo@gmail.com

tel. +393440309088 (dalle 13.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 21.00 dal lunedì al venerdì)

 

Associazione “Giosuè Carducci”

www.associazionecarducci.it

asscarducci@libero.it – Tel. +39 031 267365

 

 

Ufficio stampa:

Ellecistudio Como

Tel. +39.031.301037

Fax +39.031.299028

ellecistudio@ellecistudio.it

 

 


 

EUROPA IN VERSI

ECOPOETRY: DALL’EMOZIONE ALLA RAGIONE

8, 9 e 12 maggio 2015 – Como

 

PROGRAMMA

VENERDI 8 MAGGIO – ASSOCIAZIONE “G. CARDUCCI”, COMO

ORE 18.15 POETRY SLAM ORGANIZZATO DALLA LEGA ITALIANA POETRY SLAM (LIPS)

La poesia può dimostrarsi coinvolgente, trascinante e l’Italia Poetry Slam nasce proprio per dimostrarlo. È prevista la partecipazione di otto tra i maggiori poeti-slammer italiani, tra cui Pierluigi Lenzi, Campione Italiano LIPS in carica. Maestri di Cerimonia, Dome Bulfaro e Marco Borroni che hanno condotto le finali nazionali dell’ultimo Campionato LIPS.

Il format del poetry slam, consolidato dal lontano 1987 e promosso dalla LIPS in tutto il Paese, ha tre ingredienti semplici ed efficaci: tre minuti a poeta (in due manche) per enunciare oralmente un proprio testo senza l’aiuto di basi musicali o vestiti di scena, una giuria popolare formata da cinque giurati scelti a caso tra il pubblico, un pubblico attivo e protagonista. Lo spirito dell’evento non mira tanto a incoronare un vincitore ma a far trionfare la poesia.

 

SABATO 9 MAGGIO – VILLA DEL GRUMELLO, COMO

ORE 10.10 – INCONTRO TRA I POETI STRANIERI E GLI STUDENTI DEL LICEO CLASSICO A. VOLTA E DEL LICEO MUSICALE T. CICERI DI COMO (riservato agli studenti)

 

READING INTERNAZIONALE DI POESIA CON LA PARTECIPAZIONE DI POETI DA PAESI DI TUTTO IL MONDO

ORE 14.30 – INTRODUZIONE DI LAURA GARAVAGLIA E LIVIA PORTA E SALUTO DELLE AUTORITÀ

 

14.45 – GIOVANNI TESIO, “TRA CIBO E PAROLA: PROPEDEUTICA ALLA (BUONA) LETTURA”

Ordinario di letteratura italiana all’Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro” (sede di Vercelli), ha pubblicato alcuni volumi di saggi (l’ultimo, Novecento in prosa, nel 2011), antologie e monografie. Ha curato testi, tra cui la scelta dall’epistolario editoriale di Italo Calvino, I libri degli altri (Einaudi). Per Interlinea sono usciti: I più amati (2012), Parole Essenziali. Un Sillabario (2014) e la raccolta Il canto dei presepi. Poesie di Natale. Ha collaborato per trentacinque anni a “La Stampa” e a “Tuttolibri”. È condirettore della collana “Biblioteca del Piemonte Orientale” e della rivista “Letteratura e dialetti”.

 

ORE 15.00 – PIERA MATTEI, “UNA BRICIOLA-UNA DAMIGIANA: LE METAFORE ALIMENTARI NELLE POESIE DI EMILY DICKINSON”

Nata a Roma, dopo gli studi di filosofia si è dedicata al cinema e al teatro e ha lavorato nell’ambito del giornalismo culturale e dello spettacolo. Attualmente si occupa di letteratura come autore, traduttore e critico. È direttrice della collana di poesia della Gattomerlino Editore. Tra le varie raccolte di poesia pubblicate ricordiamo: La Materia Invisibile (Manni, 2006), L´equazione e la nuvola (Manni, 2009), Le amiche sottomarine (Passigli, 2012). Tra i libri di racconti: Umori regali (2001), Nord (2004), Melanconia animale (2008).

ORE 15.15 – Manuel Forcano

Nato a Barcellona, specialista di lingue e culture del Medio Oriente, ha tradotto dall’ebraico al catalano molte opere di moderni poeti israeliani, opere classiche della cultura ebraica e i viaggi di Marco Polo. Nel 2007 ha pubblicato la raccolta di saggi: The Crusades seen by the Jews. La sua opera poetica comprende sette libri, per i quali ha ricevuto numerosi premi. Tra di essi: Com un persa (2001), vincitore nel 2002 del Premio Europeo Tivoli come miglior poeta europeo under 36, El tren de Bagdad (2004), Llei d’estrangeria (2008), Estàtues sense cap (2013) e Ciència exacta (2014). Dal 2004 lavora con il musicista Jordi Savall al Centro Internazionale per la Musica Antica.

ORE 15.30 – Erik Lindner

È nato a L’Aia. Ha esordito come poeta nel 1996 con Tramontana e ha pubblicato altri quattro libri di poesia fino ad Acedia (2014). Lavora ad Amsterdam come scrittore freelance ed editore, dirige la rivista letteraria “Terras” ed è editore di “De Revsior”. Nel 2013 ha pubblicato il suo primo romanzo: Naar Whitebridge. In francese è stata tradotta Terrain (2007). In Germania è stato residente del DAAD (servizio tedesco per lo scambio accademico) e nel 2013 è stata pubblicata un’antologia di sue poesie: Nach Akedia. Nello stesso anno è apparsa la sua prima traduzione italiana: Fermata provvisoria.

ORE 15.45 Müesser Yeniay

Nata a İzmir, in Turchia, ha pubblicato Dibine Düşüyor Karanlık da (2009); Yeniden Çizdim Göğü (2011); Before Me There Were Deserts (2014). Numerosissime le traduzioni poetiche. Di recente ha inoltre pubblicato un’antologia di poesia spagnola contemporanea e il libro di poesia d’avanguardia turca The Other Consciousness: Surrealism and The Second New (2013). Vincitrice di prestigiosi premi letterari, le sue poesie sono apparse in diverse riviste straniere e sono state tradotte in inglese, francese, serbo, arabo, ebraico, italiano, greco, hindi, spagnolo e rumeno. È direttrice della rivista letteraria “Şiirden” (sulla Poesia); è membro di PEN e del Sindacato degli Scrittori di Turchia.

Ore 16.00 – Hanane Aad

È poetessa, traduttrice e giornalista libanese, vive a Vienna dal 2009. Ha pubblicato cinque libri, quattro dei quali sono raccolte poetiche: The Echo of Nostalgia (1992), Like a Grain of Wheat (1998), Dialogue of Cultures and Love of Language (2001), Pearls of the Soul Riding Virtue (2005), My Freedom I carry in my Mouth (2010). Le sue poesie sono state pubblicate in numerose antologie internazionali e tradotte in molte lingue: tedesco, inglese, francese, spagnolo, olandese, italiano, russo, giapponese, hindi, solo per citarne alcune. Recentemente è stata premiata come miglior poeta straniero al festival di poesia Satu Mare nel 2011 e al Festival della Letteratura Tudor Arghezi 2014 in Romania.

 

Ore 16.15 Ottavio Rossani

Nato a Sellia Marina (CZ) è poeta, scrittore, pittore e giornalista. Si occupa anche di teatro. Come giornalista (Corriere della Sera) ha scritto di politica, economia, cultura, cronaca. Ha intervistato molti personaggi in Italia e all’estero. Ha viaggiato in diversi continenti, in particolare attraverso l’America Latina. Ha scritto varie raccolte di poesia tra cui Falsi confini (1989), L’ignota battaglia (2005), Riti di seduzione (2013). È stato finalista al Premio Camaiore 2014.

 

Ore 16.30 – Intermezzo musicale a cura degli allievi del Liceo Musicale T. Ciceri

Partendo dai testi di alcuni poeti europei partecipanti al Festival, gli studenti della II M del liceo musicale Teresa Ciceri di Como hanno dato vita a diversi percorsi volti a indagare come poesia e musica si intrecciano nella resa di un’idea o un’emozione. Una ricerca formativa che ha sviluppato molte idee musicali originali, elaborate fino alla composizione di brani per varie formazioni.

Ore 16.45 Tomaso Kemeny

Nato a Budapest, vive a Milano da molti anni. Ordinario di Letteratura Inglese all’Università di Pavia, ha pubblicato libri e saggi sui maggiori autori britannici. È autore di dieci libri di poesia, tra cui Il libro dell’angelo (1991), La Transilvania liberata (2005), Poemetto gastronomico e altri nutrimenti (2011), Una scintilla d’oro a Castiglione Olona e altre poesie (2014). È traduttore e ha ideato azioni poetiche e scritto il testo drammatico La conquista della scena e del mondo (1996). Ha pubblicato un libro di poetica con il filosofo Fulvio Papi Dialogo sulla poesia (1996) e il romanzo Il Don Giovanni innamorato (1997). È tra i fondatori del Movimento Internazionale Mitomodernista e della Casa della Poesia di Milano.

Ore 17.00 – Peter Waugh

Nato a Barnet, Londra, risiede a Vienna. Poeta, traduttore, lettore di scrittura creativa all’Università delle Arti Applicate a Vienna, editore, autore di testi musicali. È co-fondatore di Labyrinth (associazione di poeti di lingua inglese a Vienna), della rivista di poesia “Subdream” e del gruppo di poesia e musica sperimentale Dastrugistenda. In Austria e all’estero ha organizzato reading poetici, tra i quali l’annuale Labyrinth Höflein Donauweiten Poesiefestival. Ha pubblicato: Horizon Firelight (1999), Haiku Butterfly Death Dream (2002), Axesplit Head & Plainwhite Cloth (2012). Suoi testi sono stati pubblicati in riviste e antologie.

Ore 17.15 – Mariko Sumikura

Poetessa e saggista, è nata a Kyoto. Portavoce dell’Associazione Internazionale dei Poeti Giapponesi, è redattore capo della rivista internazionale on line “Poetic-Bridge: Ama-Hashi” e della “Junpa Books”. Ha pubblicato: Kokoro Kaoru Hito, Yume Tsumugu Hito, Hikari Oru Hito, Ai Matou Hito, Tsuchi daku Masurao. Nel 2011 ha partecipato al 49° Struga Poetry Readings e nel 2012 allo Jan Smrek International Literary Festival. Nello stesso anno Mina wo Tonaete (Uttering Her Name di Gabriel Rosenstock) ha vinto il Premio per la miglior traduzione di un’opera letteraria irlandese all’Ireland Literature Exchange. È membro del Japan Poets Club e dell’Associazione dei Traduttori Giapponesi.

Ore 17.30 – Taeko Uemura

Nata a Kyoto, negli anni ’70 con Arima Takashi ha promosso il movimento Gruppo di Poesia Orale. Oggi fa parte del Japan Pen Club, della Kansai Poets Association e dell’Associazione Internazionale del Poeti Giapponesi. Ha pubblicato, in giapponese, diverse opere poetiche: l’antologia Musu no Irritation, Kagami niwa Utsuranakatta, Onna no ma no toki. Tra le opere saggistiche: Kyoto Monogatari, Daiti ni Yume Motomete/Brazil Imin to Hiraoheizaburo no Kiseki. Inoltre in Inglese ha pubblicato: To a Vanishing Point (2012), To a Serendipity Muse (2013). Nel 2012 ha vinto il Premio JUNPA come miglior poeta. Nel 2012 e nel 2013 ha partecipato, su invito, alle Struga Poetry Evenings.

Ore 17.45 – INTERVENTO MUSICALE A CURA DEL SOPRANO MIKA SATAKE

È nata in Giappone e dal 2008 studia presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Como. Si è esibita come solista in un repertorio che spazia dai Madrigali di G. Gabrieli e Monteverdi fino alla liederistica tedesca e alla musica contemporanea. Ha partecipato a numerosi concerti e attualmente insegna canto presso alcune prestigiose istituzioni, tra cui l’accademia musicale Giuditta Pasta di Como.

Ore 18.00 – Guido Oldani, “IL REALISMO TERMINALE”

Guido Oldani è nato a Melegnano (Milano). Ha pubblicato sulle principali riviste letterarie del secondo Novecento ed è autore delle raccolte Stilnostro (CENS 1985), introdotta da Giovanni Raboni, Sapone (2001), edita dalla rivista internazionale “Kamen”, La betoniera (LietoColle 2005). È stato curatore dell’Annuario di Poesia (Crocetti), è presente in alcune antologie, tra cui Il pensiero dominante (Garzanti 2001), Tutto l’amore che c’è (Einaudi 2003) e Almanacco dello specchio (Mondadori 2008). Con Mursia ha inaugurato la Collana Argani, che dirige, pubblicando Il cielo di lardo e nel 2010 Il Realismo Terminale. Nel 2013 Mursia edita La faraona ripiena, curata da E. Salibra e G. Langella, raccolta di saggi critici sul Realismo Terminale.

Ore 18.15 – Taeko Uemura

Nato in Estonia, è poeta, saggista, critico letterario e traduttore. È ordinario di Letteratura Mondiale presso l’università di Tartu. Ha debuttato in poesia con Äratused (Risvegli, 1981) cui hanno fatto seguito, tra gli altri: Ambur ja karje (Il sagittario e il grido, 1986), Unest, lumest (Del sogno, della neve, 2005), Primavera e polvere (trad. A Lázaro-Tinaut e Pietro U. Dini, 2012), Eesti eleegia ja teisi luuletusi 1981-2012 (Elegia estone ed altri poemi 1981-2012, 2014). Ha pubblicato saggi e articoli su temi della letteratura mondiale. Dal 2011 è membro dell’Accademia Internazionale Orient-Occident (Romania).

Ore 18.30 – Metin Cengiz

Poeta e scrittore turco nato a Göle/Kars (ora Ardahan). Dopo il golpe militare del 1980, fu imprigionato come dissidente. Ha pubblicato articoli in numerose riviste e, partecipando al dibattito sulla poesia, è diventato uno dei pionieri del periodo post 1980. Nel 1988 è stato autore del programma televisivo “Siir ve Resim” (Poesia e Pittura) alla Karadeniz TV. Ha ricevuto il Behçet Necatigil Poetry Award nel 1966 per il suo libro intitolato Sarkilar Kitabi (Il Libro dei Canti). È membro del Sindacato degli Scrittori Turco, dell’Associazione PEN Writers e dell’Associazione degli Autori Turchi. Nel 2007 ha preso parte agli Incontri internazionali di poesia di Sarajevo.

Ore 18.45 – Maria Pia Quintavalla

Nata a Parma, vive a Milano. È autrice di numerosi libri di poesia, tra i quali: Cantare semplice (1984), Estranea (canzone) (2000), Album feriale (2005), China (2010), I Compianti (2013). Ha vinto numerosi premi ed è stata più volte finalista al Viareggio. Dal 1985 ha curato Donne in poesia, e le omonime antologie. Collabora con l’Università degli studi di Milano e di Parma, la Libera Università delle donne, la Società Umanitaria di Milano, la Casa della Poesia di Milano, oltre che a diverse riviste storiche di poesia. Traduzioni: Gradiva, N.Y., Traduzione/tradizioni; Schema, Univ. di Tubinga; Certa, Empireuma, Zagreb; Une nouvelle poésie italienne, Sorbona, Paris.

 

 

Ore 19.00 – INTERMEZZO MUSICALE A CURA DEGLI ALLIEVI DEL CONSERVATORIO “G. VERDI” DI COMO

Miriam Rigamonti (Pianoforte), Mariella Rigamonti (Violino – Allieva del M.° Donatella Colombo), Emanuele Rigamonti (Violoncello – Allievo del M.° Guido Boselli)

 

Ore 19.15 – Julio Pavanetti

Nato a Montevideo, è poeta e attivista culturale. Vive in Spagna. È fondatore e presidente del Liceo Poético de Benidorm. Vice Presidente Onorario dell’Organizzazione Mondiale dei Poeti, Scrittori e Artisti è anche membro della Rete Mondiale degli Scrittori in lingua spagnola e del Movimento Mondiale della Poesia (WPM). Ha pubblicato vari libri di poesia. È presente in più di venti antologie nazionali e internazionali di poesia. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti sia per la sua poesia che per il suo lavoro culturale. Ha partecipato, rappresentando la Spagna e/o l’Uruguay, a numerosi festival internazionali. Le sue poesie sono state tradotte in varie lingue e pubblicate in numerosi giornali e riviste nazionali ed internazionali.

Ore 19.30 – Annabel Villar

Poetessa e attivista culturale, è nata in Uruguay e residente in Spagna. È co-fondatrice del Liceo Poético de Benidorm e membro della REMES (Rete Mondiale degli Scrittori in lingua spagnola), del World Poetry Movement e del Movimento internazionale Poeti del Mondo. Invitata a diversi festival e incontri internazionali di poesia, ha conseguito, tra gli altri, il Primo premio Poesía Interactiva de los III Juegos Florales del Siglo XXI de A-Brace Cultura (Montevideo, 2011). Il suo ultimo libro di poesie è Viaje al Sur del Sur.

Ore 19.45 Rinfresco in Villa

 

Ore 21.00 MAURIZIO CUCCHI

Nato a Milano, è poeta, narratore, critico letterario e traduttore di classici dal francese, tra cui tutta l’opera di Stendhal. Ha esordito nel ’76 con Il Disperso (nuova ed., 1984) a cui sono seguiti numerosi libri: Jeanne d’Arc e il suo doppio (Guanda, 2008), Vite pulviscolari (Mondadori, 2009), Malaspina (Mondadori, 2013 – Premio Sandro Penna – Premio Bagutta). Ha pubblicato vari saggi critici e vari libri in prosa, tra cui i romanzi Il male è nelle cose (Mondadori, 2005), La maschera ritratto (Mondadori, 2011), L’indifferenza dell’assassino (Guanda, 2013).

Ore 21.15 Donatella Bisutti

Nata a Milano, è poetessa, critica letteraria, traduttrice di poeti dal francese e giornalista. Ha collaborato in particolare alla collana I grandi di tutti i tempi (Mondadori) e ha tenuto per anni una rubrica di poesia sulla rivista “Millelibri” ( Mondadori). Ha fondato e diretto la rivista “Poesia e spiritualità”Tiene una rubrica di poeti italiani all’estero sulla rivista “Poesia”. In poesia ha pubblicato Inganno Ottico (Società di poesia Guanda, 1985), Penetrali (Boetti&C, 1989), Violenza (Dialogolibri, 1999), La notte nel suo chiuso sangue (ed. bilingue, Editions Unes, 2000), La vibrazione delle cose (ed. bilingue, SIAL, 2002), Piccolo bestiario fantastico (Viennepierre edizioni, 2002), Colui che viene (Interlinea, 2005, con prefazione di Mario Luzi), Rosa alchemica (Crocetti, 2012), Un amore con due braccia (Lietocolle 2013). Molti suoi libri hanno ricevuto importanti premi letterari. Ha inoltre pubblicato saggi sulla poesia, tra cui L’albero delle parole (Feltrinelli, 1979), La poesia salva la vita (Nuova edizione Feltrinelli, 2009), Le parole magiche (2008), La poesia è un orecchio (Feltrinelli, 2012).

 

Ore 21.30 Mario Castro Navarrete

Nato a Victoria, Cile, si è laureato in filosofia all’Università Al. I. Cuza di Iași, Romania. Ha insegnato filosofia nella Scuola Italiana Cristoforo Colombo di Concepción, Cile. Scrittore e traduttore è membro dell’Unione degli scrittori di Romania, del Liceo Poético di Benidorm (Spagna), e del Movimento Poetico Mondiale (WPM).

Ore 21.45 Andrea Tavernati

Vive in provincia di Como. Nel 2013 ha pubblicato con la casa editrice Edizioni Esordienti EBook il libro di poesia L’Intima Essenza, la via degli haiku, con il quale ha ottenuto il secondo premio alla VII edizione del concorso internazionale Pennacalamaio di Savona. Ha inoltre ottenuto il primo premio per la sezione haiku del Concorso Nazionale di scrittura breve Scarabeus 2014 di Livorno e il secondo posto nel Concorso Internazionale di poesia occidentale e haiku Genova 2014. Con i suoi racconti ha vinto diversi concorsi di narrativa. Ha pubblicato testi poetici in numerose antologie.

Durante il Festival, dalle ore 14.30 alle 16 il poeta e critico letterario Mario Santagostini terrà la “Bottega di poesia”, già collaudata con successo durante le scorse edizioni, offrendo pareri critici a tutti coloro che tra il pubblico vorranno far leggere i loro versi.

Per iscrizioni alla Bottega scrivere a lacasadellapoesiadicomo@gmail.com

Alcuni studenti di Scienze del Turismo e Mediazione Linguistica del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università dell’Insubria di Como si occuperanno dell’organizzazione del Festival: accoglienza pubblico e poeti, bookshop, gestione bottega della poesia, ecc.

MARTEDI 12 MAGGIO – CHIOSTRO DI SANT’ABBONDIO – UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL’INSUBRIA, COMO

Ore 11.00 – Davide Rondoni “Mettere a fuoco la vita. Poesia e traduzione”

Ha fondato e dirige il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna. Ha pubblicato vari volumi di poesia con cui ha vinto premi importanti (tra cui Montale, Carducci, Gatto, Ovidio, Camaiore, Metauro). La sua nuova raccolta di poesie si intitola “Si tira avanti solo con lo schianto” (WhiteFly Press, 2013). E’ presente nelle più importanti antologie di poesia italiana del secondo Novecento edite da Mondadori e da Rizzoli e in numerose altre. Sue poesie sono edite in volume o in rivista in Francia, Usa, Venezuela, Russia, Inghilterra, Croazia, Cina. Dirige la rivista di poesia e arte “clanDestino”. Ha tradotto classici dal francese e dall’inglese e ha curato varie antologie e raccolte di poesia. E’ autore di testi teatrali.

 

Informazioni e contatti:

www.lacasadellapoesiadicomo.it

lacasadellapoesiadicomo@gmail.com

tel. +393440309088 (dalle 13.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 21.00 dal lunedì al venerdì)

Associazione “Giosuè Carducci”

www.associazionecarducci.it

asscarducci@libero.it – Tel. +39 031 267365

 

 

 

Ufficio stampa:

Ellecistudio Como

Tel. +39.031.301037

Fax +39.031.299028

ellecistudio@ellecistudio.it

More from Redazione

Settimana Internazionale della Ricerca: l’invenzione della verità

  Dipartimento di Scienze storiche, linguistiche e antropologiche Laboratorio internazionale di Scienze...
Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.