L’Arcolaio presenta “La curva del giorno” di Biagio Cepollaro

curva-del-giorno---cepollar La casa editrice L’arcolaio è orgogliosa di presentare una delle figure più rappresentative del mondo letterario italiano; letterario, in quanto l’artista espande il suo raggio di azione oltre la poesia lineare. Letterario perché le prose poetiche che il Nostro va producendo nell’attimo presente rappresentano sì un allungamento del segno poetico, ma segnano anche una perizia del pensiero, indagando la posizione dell’uomo del giro dei 360 gradi. La risultante del segno di Cepollaro è idea, riflessione, interrogatorio e messa in luce degli oggetti e dei corpi umani; è, infine visività dell’indagine e plasticità della cromatica del mondo esterno al “noi che siamo” endogeno.

*

il corpo si è espresso attraverso i suoi liquidi incastri e con la voce
e con le mani ha avvicinato e ha confuso dando vita ad un piano
comune e indistinto che dona a chi lo vive un senso intenso
di benessere che si rende visibile sia attraverso il gemere sia
quando è detto dai racconti che accompagnano il commiato
per questo la promessa di rinnovare quel piano così fecondo
per questo l’aumentata vulnerabilità alla pur fugace distonìa
è quando si dice: mai un pensiero o un affetto ci dividerà

**

il corpo ha conosciuto vari livelli e profondità
della luce e di ognuno ha preso biologica
nota anche dello spiraglio anche dell’abbacino
ora vorrebbe stare in una luce distratta e calma
che può continuare se stessa senza pena
per puro irraggiamento di semplice attesa

**

il corpo nel verso si distende: il suo dire
incede di piede in piede di accento
in accento verso un suo luogo che andando
chiarisce. poi si volta tornando a capo
per mostrare il raccolto: intorno vede
la curva del giorno come sua misura

**

il corpo improvvisamente di fronte al mare riprende
a stupirsi della bellezza che illumina il pianeta e l’abbondanza
dell’acqua e la dissipazione delle specie in un’evoluzione
senza scopo di colpo gli dicono che è ospite di un giorno
e che farebbe bene in tanta brevità a non distrarsi e starci al cuore

**

il corpo raccoglie la sua provvista di parole attraverso le quali
potrà riflettersi il mondo: il muto delle cose e la ferocia degli atti
sono interrotti da quest’energia di piccola creazione: i nomi
apparecchiati sulla tavola non sono iscrizioni ma pietanze

**

il corpo del tempo trascorso ne fa una festa e la luce
che ancora si arrampica sulle gialle facciate delle case
è sempre nuova e senza appigli. ciò che ora più lo stupisce
è che l’umano non ricominci ogni volta daccapo e che abbia
spesso cura di ricordare e questo anche se vive una volta sola

**

il corpo non si pone problemi di metrica
a lui pertiene il respiro che dice ed è questo
il ritmo che non solo esprime ma anche lo fa
felice: il sapere talvolta ha questo potere
di dare al corpo vita quando gli dà coscienza
ed è qui la misura e il piacere della sua danza

BIAGIO CEPOLLARO – LA CURVA DEL GIORNO – COLLEZIONE DI POESIA N.1 – PAGG. 120 – EURO 11 –
IL LIBRO E’ DISPONIBILE PRESSO ORDINAZIONE IN TUTTE LE FELTRINELLI DEL TERRITORIO NAZIONALE (SERVIZIO OFFERTO DALLA DISTRIBUZIONE LIBRO CO. ITALIA SRL), OPPURE SI PUO’ RICHIEDERE DIRETTAMENTE ALLA CASA ARCOLAIO (WWW.editricelarcolaio.it, tramite ordine con il carrello) O CON UNA MAIL INVIATA A info@editricelarcolaio.it.

More from Redazione

Parola ai Poeti: Marco Furia

Qual è lo “stato di salute” della poesia in Italia? E quello...
Read More

Lascia un commento