20° FESTIVAL INTERNAZIONALE DI POESIA DI GENOVA

festival internazionale poesia genova

Come ogni estate dal 1995 torna per la ventesima volta il Festival Internazionale di Poesia di Genova “Parole Spalancate”, la più grande e prestigiosa manifestazione italiana dedicata alla poesia in tutte le sue forme, che attira ogni anno nel capoluogo ligure i più importanti poeti del mondo e una folla di appassionati.

Nelle passate 19 edizioni la rassegna genovese ha visto la partecipazione di oltre 1000 tra poeti, studiosi e artisti provenienti da 85 Paesi mondiali, in rappresentanza anche di minoranze linguistiche e culturali.

La 20a edizione avrà luogo a Genova dal 6 al 16 giugno nel Cortile Maggiore di palazzo Ducale e in altri suggestivi luoghi di uno dei centri storici più grandi e caratteristici d’Europa, con oltre 100 eventi gratuiti tra letture, concerti, performance, conferenze, mostre e visite guidate in 30 luoghi di spettacolo tra palazzi, piazze, musei, spiagge, giardini e locali.

ANTEPRIME

Il Festival inizia con tre giornate in giro per Genova e oltre, con la Notte della Poesia che si svolgerà il 6 giugno dalle 16 alle 24 nei Palazzi e giardini di Via Garibaldi, il 7 giugno a Villa Croce (dalle 16 alle 23) e domenica 8 giugno tra Villa dei Pini di Bogliasco, sede della Fondazione Bogliasco e il Porticciolo di Nervi.

Le giornate del 6 e 7 giugno sono dedicate alla rassegna “Voix Vives – Da Mediterraneo a Mediterraneo“, dove il Festival Internazionale di Poesia di Genova ospita l’omonimo festival di poesia di Sète (Francia), nel nome di una collaborazione ormai ultradecennale sancita negli scorsi anni anche da spettacoli comuni su Paul ValéryGeorge Brassens (originari di Sète) e i cantautori e poeti genovesi. La rassegna avrà inizio il 6 giugno proprio nella casa dove Paul Valéry visse la sua “Nuit de Genes” il 5 ottobre del 1892.

Voix Vives presenta oltre venti poeti provenienti dal bacino mediterraneo, che daranno vita a letture, performance, discussioni, in due location di prestigio come Via Garibaldi e Villa Croce, quest’ultima in collaborazione con il Museo d’Arte Contemporanea. La rassegna si chiude con un concerto di Alberto Patrucco e Andrea Mirò il 7 giugno alle 21.

DAL 9 GIUGNO A PALAZZO DUCALE

Dopo queste ricche anteprime, dal 9 giugno al 16 giugno il Festival avrà luogo nel più prestigioso monumento storico della città, Palazzo Ducale, sede della manifestazione fino dalla sua creazione.

L’inaugurazione del 9 giugno sarà affidata a un grande personaggio dello spettacolo, Luca Barbareschi, che per l’occasione darà vita a un reading dal titolo “Ladro di parole”, in esclusiva per il Festival.

Nelle altre serate si alterneranno sul palco poeti e artisti provenienti da tutto il mondo, senza barriere di stile e lingua, fedeli al titolo del Festival: Parole Spalancate.

Tra i Paesi rappresentati da autori e performer, ci sono Indonesia, Armenia, Australia, Slovacchia, Slovenia, Ungheria, Francia, Romania, Cile, Venezuela, Messico, Rwanda, Ecuador, Cipro, Grecia, Belgio, Norvegia, Finlandia, Germania, Spagna, Cuba, Argentina, El Salvador, Gran Bretagna, Tunisia, Olanda, Stati Uniti, Moldavia, Russia, Canada, Zambia, Cina e altri.

Uno dei nomi più conosciuti è Michel Houellebecq, best seller in tutto il mondo per i suoi romanzi, ma che a Genova proporrà la sera del 10 giugno una scelta di sue poesie. Tra gli invitati ci sarà anche la scrittrice del Rwanda Esther Mujawayo che nella serata del 9 giugno parlerà del genocidio e della situazione 20 anni dopo. da segnalare le delegazioni di poeti e musicisti provenienti da Armenia, Indonesia ed Ecuador e la presenza di indigeni dal Messico e Venezuela.

UNA NOTTE IN RIVA AL MARE…

Quest’anno ci sarà anche un altro evento straordinario: “24ore di poesia”.

Dalle ore 18 di venerdi 13 giugno alla stessa ora del giorno seguente si svolgerà una non-stop poetica di 24 ore consecutive, realizzata in collaborazione con la Domenica del Sole24ore. Nel corso dell’iniziativa, che sarà inaugurata da un intervento di Pietrangelo Buttafuocodal titolo “Ode alle librerie”, avranno luogo letture, concerti, visite guidate, mostre, proiezioni, con un’intera notte in riva al mare aspettando l’alba con poesie, musiche, immagini.

Grande spazio sarà dato inoltre alla sezione video, con la rassegna di Poevisioni (curata da Mauzio Fantoni Minnella in collaborazione con il Club Amici del Cinema) che avrà come ospite speciale Pippo Delbono il 10 giugno e un ciclo di tutti i suoi film.

Per quanto riguarda il rapporto che il Festival ha con il mondo della scuola, ci sarà la premiazione del concorso “InsegnaPoesia“. InsegnaPoesia è un concorso rivolto ai docenti di scuola secondaria superiore e inferiore su progetti innovativi di insegnamento della poesia, patrocinato dal Ministero Istruzione Università e Ricerca. Per la prima volta un concorso è rivolto ai docenti italiani stimolando un nuovo approccio didattico alla poesia.

LA MUSICA

Come di consueto a Parole spalancate la poesia viene presentata a 360°, senza barriere di stili o di lingue e in rapporto con le altri arti, in particolare la musica.

Detto di Patrucco e Mirò in omaggio a Brassens, a Parole spalancate sono attesi due artisti italiani che fanno della parola e dei testi i loro punti di forza: Bobo Rondelli (11 giugno) Zibba (12 giugno). Un grande omaggio sarà tributato al cantautore spezzino Franco Fanigliuloil 13 giugno, mentre il giorno dopo ci sarà “PAROLE NOTE”, progetto di Maurizio Rossato che unisce musica, poesia, frammenti di prosa, con l’obiettivo di valorizzare i testi della grande letteratura, attraverso un reading innovativo.  Il progetto è supportato da Radio Capital che trasmette un programma omonimo. La versione live di PAROLE NOTE, in programma sabato 14 giugno, vedrà la commistione di poesia, musica, video, dj-set. Infine è da segnalare il concerto di Richard Sinclair (15 giugno), storico fondatore di gruppi quali Caravan e collaboratore di Robert Wyatt, Kevin Ayres e Camel.  Il 13 giugno il Festival ospiterà anche un omaggio a un altro artista di grande talento e fuori dagli schemi: Franco Fanigliulo. Per quanto riguarda la musica etnica, una delle star sarà Miqayel Voskanyan, grande virtuoso del “tar”, lo strumento tipico dell’Armenia simile a un liuto a sei corde.

POESIA E CARCERE

La dimensione sociale del Festival è data anche dall’evento Poeti dentro, che ogni anno seleziona poesie e racconti scritti dai detenuti delle case circondariali liguri invitandoli a leggere le proprie opere sul palco principale per la premiazione il giorno 11 giugno alle ore 16 e, parallelamente, facendo intervenire i poeti invitati al Festival all’interno delle carceri con workshop e spettacoli.

L’UTILITA’ DELL’INUTILE e L’ODE ALLE LIBRERIE

La consueta sezione del Festival “Ricostruzione poetica dell’Universo”, che dal 2004 ospita filosofi, saggisti, poeti, architetti, creativi che danno suggestioni e sogni per possibili scenari futuri e presenti migliori, quest’anno accoglie Nuccio Ordine, saggista, giornalista e docente, il cui ultimo libro “L’utilità dell’inutile” edito da Bompiani è un grande successo editoriale e Pietrangelo Buttafuoco, scrittore e giornalista di La Repubblica e Radio24, che farà un intervento dal titolo “Ode alle librerie”.

SCOPRIRE GENOVA CON GLI OCCHI DEI POETI

Ritornano pure, in omaggio alla cultura della città ligure, i Percorsi Poetici, itinerari guidati e spettacolarizzati lungo le tracce lasciate da poeti e scrittori che qui vissero o soggiornarono, a cura di Alberto Nocerino.

Parole Spalancate chiuderà quest’anno con il consueto omaggio alla letteratura anglosassone del Bloomsday (16 giugno), ovvero una maratona letteraria con la lettura integrale dell’Ulysses di Joyce in 23 punti della città da parte di decine di appassionati interpreti. Evento organizzato in tutto il mondo, il Bloomsday italiano più grande e importante è quello organizzato a Genova, che ha anche la collaborazione della James Joyce Italian Foundation.

NON SOLO GENOVA…

Data la ricchezza di presenze di poeti di prestigio, Parole Spalancate si allargherà anche in altre città liguri, dando vita a serate anche a Casa Carbone (Lavagna) grazie alla nuova sinergia con il FAI, a Rapallo, a La Spezia, a Bogliasco e Savona.

Il Festival Internazionale di Poesia di Genova è ideato e organizzato dal Circolo Viaggiatori nel Tempo, in collaborazione con il Comune di Genova, Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova e Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e la direzione artistica diClaudio Pozzani.

Festival Internazionale di Poesia è dal 1995 il miglior modo di passare una vacanza a Genova incontrando i poeti più importanti del mondo e una città affascinante e misteriosa.

Per info e programma: www.festivalpoesia.org

More from Redazione

Alessandro Ghignoli: ‘Fabulosi parlari’ – Gazebo, Firenze 2006

  Fabulosi parlari Alessandro Ghignoli 2006 Gazebo edizioni A metà strada tra...
Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.