Libri Di/Versi n.9: Roberto Maggiani

 

[Partecipa all’iniziativa Libri Di/Versi e manda la tua classifica a redazione@poesia2punto0.com seguendo le modalità di invio che puoi leggere qui. Se invece vuoi adottare un poeta, vieni a dirci chi e perché su Poesia Condivisa.]

 

La nudità
Stelvio Di Spigno
peQuod
Valerio Magrelli
Einaudi
Patrizia Cavalli
Einaudi
Maria Grazia Cabras
Edizioni Gazebo
Gian Maria Turi
Manni Editori
Mario Fresa
Edizioni L’Arca Felice
Fabio pasquarella
LaRecherche.it [eBook]
Silvia Tamberi
Edizioni Del Cerro
Giampiero Neri
Lo Specchio – Mondadori
Franco Buffoni
Ugo Guanda Editore

 

La nudità, Stelvio Di Spigno, peQuod
In questa sua ultima silloge, “La nudità”, Di Spigno estende lo sguardo in due direzioni solo in apparenza opposte, il fuori e il dentro di sé, e lo fa con versi lunghi e piani che sfogliano, pagina dopo pagina, l’interiorità del poeta, prendendo l’avvio da sguardi posati sul mondo che lo circonda, come fosse un mare nel quale, una volta immersi, non è possibile non nuotare. Ecco allora una delle caratteristiche che a mio avviso distingue la poetica di Di Spigno, la sua capacità di partire, nel fare poesia, dall’osservazione di oggetti o situazioni di immediato vissuto, come se questi fossero pitture allegoriche rimandanti ad altri significati. Usa la narrazione in versi come le dita di una mano utilizzate per penetrare un frutto maturo fin nella polpa per aprirlo spaccandolo. Allo stesso modo il poeta seziona la realtà, la spacca, mostrandone il centro, attraverso una semplice, e proprio per questo profondissima, meditazione, che ha come cifra costante una malinconia quasi ineluttabile, residente – forse una caratteristica della sua Musa – nel poeta e che prende forma nell’immaginazione grazie ad una energia vitale che attinge a ricordi anche di personale sofferenza.
*
Poesie (1980-1992) e altre poesie, Valerio Magrelli, Einaudi
La poesia, come le maggiori espressioni artistiche, è una visione particolare sul reale, una sua possibile interpretazione/rivelazione che passa dall’esperienza e dalla cultura dell’artista.
Il poeta, dal più semplice quotidiano, riesce a estrapolare riflessioni importanti, ed in questo, Magrelli, appare mirabile, la sua poesia è vivace, dotata di ironica destrezza, talvolta allegra talaltra più pensierosa; i versi sono limpidi e precisi, come scolpiti.
*
Pigre divinità e pigra sorte, Patrizia Cavalli, Einaudi
In questa sua raccolta la Cavalli rivela, ancora una volta, il suo essere vera “Signora della Poesia”, con quel suo versificare elaborato e pregno di satira sapienziale, è capace di arrivare al nocciolo di questioni esistenziali, quasi volesse farsi spazio a gomitate tra il chiasso del mondo moderno e consumista per dire la sua, obbligata da se stessa a scrivere per non lasciare la voce alla tracotanza del potere governante dei luoghi dove essa vive e all’ignoranza che invade le strade della sua città, anzi, delle strade in prossimità della sua abitazione, “E ciabatta ciabatta per le scale… / Andiamo, non si resta. Qui non si resta. / Eh no qui non si resta. Perciò andavamo per le strade alla vendetta. / Voglio vendetta, mi bucano le gomme, / … / Pagherò l’agenzia investigativa / voglio vederlo in faccia quel bel tipo, / … / E se dicesse – Aò, che vòi da me, oggi te rode?”.

Roberto Maggiani è nato a Carrara nel 1968, vive e lavora a Roma. Laureato in fisica si occupa di divulgazione scientifica. Per LaRecherche.it cura, insieme a Giuliano Brenna, la collana di eBook “Libri liberi”. Gli ultimi tre libri di poesia pubblicati: “Scienza aleatoria” (LietoColle, 2010); “L’ombra di Creso” (LaRecherche.it, 2010, ebook); “Navigazioni Incerte”, (larecherche.it, 2010, ebook). Per le edizioni l’Arca Felice, ha curato l’antologia poetica “Quanti di poesia. Nelle forme la cifra nascosta di una scrittura straordinaria” (2011). Ha inoltre pubblicato nel 2012, con CFR Edizioni, il saggio breve “Poesia e scienza, una relazione necessaria?”. Il 15 marzo 2012 uscirà in eBook: “Nella frequenza del giallo”, LaRecherche.it [Poesie].
More from Sebastiano Aglieco

Un secondo tempo della vita: note intorno a ‘Codice Terrestre’ di G. Fantato

Codice Terrestre  Gabriela Fantato 2008, 96 p., brossura La Vita Felice (collana...
Read More

1 Comment

  • Caro Roberto,
    ti giunga il mio più sincero ringraziamento per aver scelto “Erranza consumata”. Grazie di cuore.

    Saluti e auguri di “Buon cammino” a te, a Poesia 2.0.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.