Massimo Sannelli – Scheda autore

 

foto di Gianni Donati

Massimo Sannelli è nato ad Albenga il 27 novembre 1973. Vive a Genova. Dopo studi musicali (diploma presso il Conservatorio di Genova, 1992), si è laureato nel 1996 in Lettere Moderne presso l’Università di Genova, sotto la guida Edoardo Sanguineti, correlatore Franco Croce. Nel 2004 consegue il Diploma di alto perfezionamento in Filologia Latina Medievale (equiparato al dottorato di ricerca), presso la Sismel (Firenze), sotto la guida di Stefano Pittaluga e Claudio Leonardi.

A partire dal 1994 scrive su riviste nazionali e internazionali di poesia, italianistica e filologia classica e romanza: in particolare «Lettere Italiane», «Le acque di Ermes», «Maia», «Medioevo Romanzo», «Poesia», «Resine», «Rivista di Storia e Letteratura Religiosa», «Semicerchio»; ha collaborato stabilmente, per anni, alla «Rassegna della Letteratura italiana» (sezione «Origini e Duecento») e a «Medioevo Latino-MEL». Nel 1997, con la casa editrice genovese Il Melangolo, ha iniziato un lavoro di edizioni mediolatine che sta continuando, presso La Finestra di Trento. Si è occupato anche di catalogazione bibliografica (per l’Università e la Provincia di Genova, e per la Biblioteca Universitaria di Genova), di antiquariato e di editing. Ha partecipato a convegni nazionali ed internazionali di filologia e letteratura (Santiago de Compostela, Liegi, Luxembourg, Rennes, Trivandrum). Nel 1999 inizia a leggere in pubblico e a pubblicare la sua poesia, grazie a Giuliano Mesa.

Massimo Sannelli è  editor della casa editrice internazionaleLa Finestra (Lavis, Trento) ed è vicepresidente dello CSAO (Centro Studi Archivio d’Occidente). Collabora regolarmente anche con Ponte alle Grazie (Milano) e con Fara editrice (Rimini).

Come critico, ha pubblicato: Il prâgma. Testi per Amelia Rosselli, e-book, Dedalus, Napoli 2000; La femmina dell’impero. Scritti per un seminario sulla «vera, contemporanea poesia», EEditrice.com, Genova 2003; L’esperienza. Poesia e didattica della poesia, La Finestra, Lavis 2003; Philologia Pauli. Il corpo e le ceneri di Pasolini, Fara, Rimini 2006; Al popolo futuro, Cantarena, Genova 2007, La magique étude du bonheur, Cantarena, Genova 2008; Scuola di poesia, Wizarts, Porto S. Elpidio 2010 (seconda edizione: Vidya, Macerata 2011).

Come studioso del Medioevo latino e romanzo, ha commentato le seguenti opere: Boezio di Dacia, Sui sogni, Il Melangolo, Genova 1997; Anonimo di Erfurt, Sulla gelosia, Il Melangolo, Genova 1998; Pietro Abelardo, Planctus, La Finestra, Lavis 2002; Alano di Lille, Anticlaudianus, La Finestra, Lavis 2004; Dante Alighieri, Comedìa, Fara, Rimini 2010; Ugo di San Vittore, Didascalicon, La Finestra, Lavis 2011; Il Monaco di Montaudon, Le poesie, La Finestra, Lavis 2011.

Come traduttore, ha pubblicato: La realtà e la luce. Omaggio a Simone Weil, I libri del quartino, a c. di Ettore Baraldi, Albenga-Torino 2003 (la poesia Lampo è stata musicata dal duo Secondamarea, nel libro-CD Canzoni a carburo, Stampa Alternativa, Viterbo 2009); Emily Dickinson, Su un Io Colonna, La Camera Verde, Roma 2007; Éric Suchère, Fissa, desola in inverno (Cantarena, Genova 2006) e Surfaces-Dans l’atmosphère de, La Camera Verde, Roma 2008; Rati Saxena, Canti d’amore nell’Atharvaveda, Cantarena, Genova 2009.

Nel 2004 inizia il lavoro teatrale e cinematografico. In particolare, Sannelli è stato uno dei collaboratori accreditati del documentario di Pietro Marcello La bocca del lupo (Premio Caligari al Festival di Berlino; Nastro d’Argento e David di Donatello; premiato al Festival di Torino). Come attore, è stato coprotagonista del Rivoluzionario diretto da Denis Astolfi e il protagonista di Pushbar, diretto da Samuele Wurtz. Nel 2009, Sannelli realizza con Chiara De Luca un cortometraggio en poète, La collana chiara. Nel 2010, al teatro Belli di Roma, interpreta Lorenzo Calogero nel reading-spettacolo diretto da Nino Cannatà. Nel 2011 appare in videopoesie di Matteo Veronesi e in KINEK IROD EZT?, il documentario su Sanguineti del filmaker genovese Fabio Giovinazzo.

Le prime raccolte di Massimo Sannelli sono confluite in un solo volume, completamente riscritte: L’aria. Poesie 1993-2006 (Puntoacapo, Novi Ligure 2009). Gli altri libri di poesia (Santa Cecilia e l’angelo, Atelier, Borgomanero 2005; Venti sonetti, La Camera Verde, Roma 2005; Nome, nome, Inedition, Bologna 2007; Appunti nuovi, in Lo spirito della poesia, a c. di Alessandro Ramberti, Fara, Rimini 2008) saranno raccolti in volume nel 2011 o all’inizio del 2012, riscritti in una nuova forma. Questo secondo volume di poesia – ancora inedito (a parte i testi editi a c. di Vincenzo Ostuni sull’«Illuminista», 30, 2011; e altre scritture on line) – dovrebbe avere come titolo una glossolalia di Artaud: Tà dé.

Le poesie di Massimo Sannelli sono state tradotte in francese e in inglese: Huit poèmes (Contrat Maint, 2007, trad. di Eric Suchère e Andrea Raos), inversiOn (Dusie.org, 2007, trad. di Chiara Daino), No men on me (trad. di Chiara Daino, «Aufgabe», 7, 2008).

Per il teatro ha pubblicato: Animaelegentes, Cantarena, Genova 2006, che contiene una traduzione-riduzione per due attori del Riccardo III di Shakespare; Monologo [dallo Pseudo-Dionigi], L’Arca felice, Salerno 2008.

In prosa ha scritto: Meditazione sull’oggettività, a c. di Emilio Piccolo, 2004 (e-book); Le cose che non sono, Biagio Cepollaro E-dizioni, 2004 (e-book); Il nuovo, Cantarena, Genova 2005, con uno scritto di Brunella Antomarini; Amanuense, Cantarena, Genova 2007, con disegni di Patrizia Bianchi; De amore, in Lo spirito della poesia, a c. di Alessandro Ramberti, Fara, Rimini 2008. Anche i libri in prosa saranno unificati in un solo volume e in una sola forma.

More from Redazione

Parola ai Poeti: Gianni Ruscio

  Qual è lo “stato di salute” della poesia in Italia? E...
Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.