Addio alle armi: per una (pacifica) convivenza delle poetiche

Nonostante comunemente si tenda a credere il contrario, l’inarrestabile lavorìo intorno al linguaggio poetico produce (e si riproduce in) un flusso di risultati artistici e critici sempre più importante, sia in termini estetici, sia in termini teorici e politici, ovvero etici.
Si rende, dunque, necessaria non tanto una sistematizzazione dei risultati in termini canonici, quanto una organizzazione strutturale del campo poetico, nell’accezione più ampia del termine.

A tal fine, si è pensato di organizzare un convegno, attraverso il quale offrire a tutti i protagonisti dell’ambito poetico nazionale (poeti, critici, direttori di rivista, editori…) la possibilità di confrontarsi e discutere su tutte le principali questioni connesse alla parola ed all’esperienza poetica oggi.
L’obiettivo – e la speranza – è che questo incontro diventi un appuntamento fisso fruttuoso, capace di raccogliere periodicamente l’esperienza, le riflessioni ed i progressi di quanti vi parteciperanno all’interno di un “diario di bordo” con il quale segnare il percorso della poesia italiana contemporanea senza pregiudizievoli esclusioni.

Il 21 gennaio 2012 alle 15.30, presso la libreria Bocú di Verona, ci sarà un primo incontro operativo, durante il quale si comincerà a parlare di poesia, cercando di capire come strutturare il convegno che verrà, definendone modalità, obiettivi e, soprattutto, possibilità.

More from Redazione

Sebastiano Aglieco: ‘Le colonne d’Ercole’ – Firenze Libri, 1996

  Le colonne d’ErcoleSebastiano Aglieco pag. 64, 1996 Firenze Libri (Collezione Koberger)...
Read More

4 Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.