Pi Greco – La rivista


π è un giovane “trimestrale di conversazioni poetiche” a cura di Federico Federici, su invito di David Nettleingham. La rivista fa parte del Conversation International Poetry Project che, su ispirazione dell’esperienza maturata dalla rivista Conversation Poetry Quarterly di Canterbury, si propone di creare un circuito poetico unico ed eterogeneo attraverso redazioni e pubblicazioni in diverse parti del mondo.

π nasce come libero aggregatore di esperienze poetiche, senza alcuna intenzione di opporre canone a canone, manifesto a manifesto. Nessuna ragione poetica contro nessun torto. La scelta di una forma anonima circa i referenti del gruppo di lettura, una veste tipografica apparentemente scarna, senza interventi critici a introduzione degli autori, rispecchiano la volontà di mettere in primo piano i testi e affidare agli autori stessi la responsabilità di gestire uno spazio senza  sponsor o intermediari. Non c’è nulla di autoritario in tutto ciò, né la malcelata esigenza di smarcarsi dall’esprimere per forza una poetica condivisa: l’atto stesso di non chiudere lo spazio a una sola cifra stilistica, ma di mantenerlo, per quanto possibile, aperto a tutte le esperienze poetiche (ciascuna secondo la propria voce e intonazione raggiunta)  è di per sé una dichiarazione forte, di identità.
Abbiamo tutti presente come il rapporto tra critico e scrittore degeneri talvolta in forme di competizione, di gara a scriversi sopra, dentro, accanto, ovunque sia libero un interstizio in cui infiltrare l’io sull’altro.  Abbiamo altresì l’impressione che molte esperienze in rete analoghe alla nostra, nel loro farsi, disfarsi e  continuo riconfigurarsi, si prestino troppo facilmente al gioco di piattaforme collettive di promozione individuale. Vorremmo tentare qualcosa di diverso, correggendo le derive e gli errori con il tempo.

A margine di questa doverosa annotazione, consigliamo a tutti gli interessati a questo progetto di iscriversi via mail attraverso l’apposito pulsante che compare nella pagina principale, in modo da essere prontamente informati sull’uscita dei nuovi numeri della rivista e su eventuali altre iniziative promosse in queste pagine. Ci impegneremo a non utilizzare gli indirizzi email comunicati a scopo personale e a non diffonderne la conoscenza a terzi.

 

L’invio di materiale inedito è gradito all’indirizzo: redazionepigreco@gmail.com

Si richiede un massimo di 4 testi (per un totale di 100 versi), allegato su file word secondo le seguenti specifiche: interlinea singola, font Times New Roman 12, titolo (ove presente) in grassetto. A seguire, su pagina separata, una breve nota biografia di non più di 10 righe. Qualsiasi altra forma di invio (testi nel corpo dell’email, raccolte intere, recensioni ecc.) non sarà presa in considerazione. Chi avesse particolari esigenze (nel caso, ad esempio, di poesia visiva, dadaista, futurista ecc.) segnali la cosa nel corpo dell’email e spedisca il file così come ritiene debba essere formattato.
Chiunque può partecipare al gruppo dei lettori facendone richiesta in qualsiasi momento via mail.
Altre proposte possono essere inoltrate via mail e saranno valutate.

More from Redazione

A proposito di “Addio alle Armi” n.2: Christian Sinicco

  di Christian Sinicco Nel 1984 su Poesia della metamorfosi – Antologia...
Read More

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.