“Calpestare l’oblio” 2011 – 2ª assemblea nazionale

LA QUESTIONE CULTURALE ITALIANANELLA II ASSEMBLEA NAZIONALE DI “CALPESTARE L’OBLIO”SABATO 8 GENNAIO A ROMACON UN CENTINAIO DI POETI E ARTISTI DA TUTTA ITALIA, QUOTIDIANI E RAPPRESENTANTI DELLA SINISTRA, SINDACATI, RIVISTE, ASSOCIAZIONI, MOVIMENTO STUDENTESCOE UN VIDEO-INTERVENTO DI NICHI VENDOLA

Sabato 8 gennaio 2011, alle ore 17 presso la sede dell’Associazione culturale “Beba do samba” di Roma, in Via de’ Messapi n.8 (quartiere San Lorenzo), si svolgerà la Seconda assemblea nazionale di “Calpestare l’oblio”, indetta dall’Associazione “Beba do Samba” e dalle riviste La Gru e Argo.

Calpestare l’oblio” è un grande progetto poetico e culturale che dalla piattaforma del web si è tradotto tra il 2009 e il 2010 in un’opera in formato e-book, che ha scatenato un acceso dibattito sulle principali testate giornalistiche italiane (L’Unità, Left, MicroMega, Gli altri, Il Corriere della Sera, Il Giornale, Libero, Il Foglio, Il manifesto, Radio3, Radio24), ed in una prima Assemblea nazionale dei poeti, che si è tenuta l’8 gennaio del 2010 al Beba do Samba di Roma.
In occasione della presentazione della versione cartacea dell’antologia “Calpestare l’oblio. Cento poeti italiani contro la minaccia incostituzionale, per la resistenza della memoria repubblicana” (Argo – Cattedrale, 2010), il coordinamento dei poeti in rivolta indice una Seconda assemblea di “Calpestare l’oblio” per fare il punto sulla drammatica questione culturale in Italia, mettendo in dialogo il mondo dell’arte e della poesia, del giornalismo culturale e del sapere universitario.
Come mai gli studenti in rivolta non conoscono la rivolta dei poeti e i poeti non frequentano le assemblee degli atenei?Per quale motivo i giornalisti non hanno a cuore la sorte degli scrittori esiliati dalla società italiana e viceversa? Perché le voci dei lavoratori precari dell’istruzione non si intrecciano con le armonie dei nuovi musicisti o con le riflessioni dei nuovi intellettuali costretti all’esilio? Come mai ogni ambito della cultura della società italiana vive in questa forma di separazione la propria crisi e il proprio dissidio nei confronti dell’ideologia nazionale più ignorante ed arrogante d’Europa? Proveremo l’8 gennaio, durante la seconda Assemblea nazionale di “Calpestare l’oblio”, a ricomporre i pezzi di questo mosaico discutendo tutti assieme de “La questione culturale italiana”.

Saranno presenti:

Pietro Spataro – Vicedirettore de “L’Unità”
Donatella Coccoli – Direttrice di “Left”
Tonino Bucci – Responsabile culturale di “Liberazione”
Malcolm Pagani – Il Fatto Quotidiano
Angela Azzaro e Andrea Colombo – Gli Altri
Tommaso Di Francesco e Geraldina Colotti- Il manifesto
Matteo Orfini – Responsabile cultura del PD
Stefania Brai – Responsabile cultura del PRC
Responsabili culturali di SELVideo-intervento di Nichi Vendola per “Calpestare l’oblio”
Rappresentanti culturali dei Giovani comunisti
Rappresentanti del movimento studentesco ed universitario (Ateneinrivolta, Coordinamento K5 Studi orientali, Abbiamo fame di cultura, ESC autogestito, Scienze politiche RomaTre) e dei sindacati (Cobas, Cgil).

L’assemblea sarà libera e nelle forme della democrazia partecipativa. Chiunque vorrà intervenire avrà diritto di parola. L’intera assemblea sarà video-documentata da MeddleTv e da alcuni giovani registi della Scuola di Cinema ACT di Cinecittà, che ne faranno nei prossimi mesi un documentario.
Dal mondo della cultura, della letteratura e della poesia contemporanea hanno aderito, da Palermo a Milano, centinaia di singoli poeti e scrittori, associazioni, editori e redazioni di riviste, registi ed artisti, fra cui

– le riviste, web-zine e blog: Absoluteville, Versodove, Blanc de ta nuque, Metromorfosi Infocritica, Post it, Il primo amore, Bollettario e altre;
– le associazioni: Zuccherificio, Milanocosa, Aidoru/Valdoca, Iodonna, Donne dasud, Svolta a sinistra, Osservatorio nazionale amianto, Azimut onlus, Gasper Roma, Arcipelago scec, Licenze poetiche, Meddletv e altre;
– gli editori: Pellicanolibri, Zona, Fara editore, Senzapatria, Polimata e altre.

PROGRAMMA:
Dalle 17 alle 20 Assemblea pubblica.
Dalle 20 alle 21.30 Cena sociale
Dalle 21.30 alle 22.30 Letture dei Poeti in rivolta: presentazione della versione cartacea definitiva dell’antologia “Calpestare l’oblio” (Cattedrale, collana Argo, 2010).
Dalle 22.30 Concerti: PANE e il fondatore del Canzoniere del Lazio PIERO BREGA.
Con preghiera di diffusione, pubblicazione e partecipazione.

Evento a cura di:

Davide Nota – Rivista “La Gru”
Fabio Orecchini – Ass.Cult. “Beba do Samba”
Valerio Cuccaroni – Rivista “Argo”

More from Redazione

La poetica del corpo & Il corpo poetico – Roma, 20 settembre

IL COLLETTIVO WSF in collaborazione con Casa Dei Popoli, Annamaria Giannini e...
Read More

3 Comments

  • FARO’ DI TUTTO PER ESSERCI
    FATEMI SOLO CAPIRE SE DOBBIAMO PREPARARCI DEL MATERIALE SU ARGOMENTI PARTICOLARI
    SE VENIAMO STILE …OMNIA MEA…
    E SE DOBBIAMO AVERTIRE PRIMA E CHI E COME
    QUANTO DURA IL TUTTO …VIVO A VENEZIA E DEVO TORNARE O RESTARE MA INSOMMA ORGANIZZARMI
    POI CAPIRO’ COME FUNZIONA MA INTANTO DATEMI QUALCHE LUME
    BOLOGNA DOVE?
    SCUSA SI è BLOCCATO IL MAIUSC.

  • ciao anita,
    grazie per il tuo testo, certamente ti terremo informata.
    se vuole le invio i documenti conclusivi dell’assemblea, invitandola a parteipare alle prossime iniziative, per il momento 22 gennaio ascoli e 11 febbraio Bologna..

    grazie
    Fabio

  • cerco di risolvere l’eterna questione dell’etica nella lirica iniettando la prima nella seconda…-il risultato, è, ditemi se per voi è stato lo stesso , è la poesia epica dove incrocio di lame e parole si stempera in canto dove i passi sono verso una meta ma anche verso sulla meta e soprattutto versus quei noi stessi accidiosi ed ignavi e cinici cosi pronti a puntare il dito contro …in realtà chi punta il dito spesso spera di celare dietro ad esso la propria particina di responsabilità
    canto quindi canto …anche sulla speranza delusa anche sulla sconfitta anche sulla responsabilità del minoritario consenziente e succubo e anche sui piccoli sfilacci di ragioni di avversari per caso o per forza o per necessità
    perchè i giudici facciano i giudici ma i poeti sacerdoti di speranza e custodi del fuoco sacro della specie ….riscatto e non solo di denuncia e di vergogna dopoaver detto il re è nudo cantino un vestito vero dignitoso e pulito anche per chi ha diversi modi di sentire e priorità diverse
    non basta avere ragione serve contagiare ragione ed ascoltare altre ragioni.
    o….a che serve ? come una carta di credito in un atollo deserto ….
    vi prego se lo ritenete utile di farmi saper e come e se possibile partecipare la prox volta
    grazie dell’idea di esservi riuniti la poesia …..ha i suoi sentieri carsici….come dice …una persona che stimo molto
    anita da venezia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.