Maurizio Cucchi – Scheda Autore

Maurizio Cucchi è nato a Milano il 20 Settembre del 1945, dove vive.  Si laurea all’Università Cattolica con una tesi su Nelo Risi e Andrea Zanzotto. E’ stato cronista sportivo dal 1960 al 1971, un’attività che ha ripreso e che continua a esercitare sporadicamente per vari giornali, da “Italia Oggi” al “Corriere dello Sport” a “Rigore” ed ha insegnato nella scuola media dal 1972 al 1981. Si impone alla critica e al pubblico già con la prima raccolta di poesie nel 1976 Il Disperso. Per anni opera come consulente editoriale, critico letterario e traduttore e collabora  a numerose riviste – “Paragone”, “Belfagor”, “Nuovi Argomenti” – e alle pagine culturali di varie testate giornalistiche – “l’Unità”, “IlGiorno”, “Tuttolibri”, “Panorama”, “Il Giornale”, “La Voce”. Nel 1980 pubblica Le meraviglie dell’acqua e due anni più tardi il poemetto GlennPremio Viareggio 1983,   nel 1987  Dama del gioco e Poesia della fonte, Premio  Montale nel 1993. Dal 1989 al 1991 ha diretto il mensile “Poesia”, ha fatto parte del comitato di lettura della Società di Poesia e dell’ “Almanacco dello Specchio” ed attualmente collabora alla “Stampa” e tiene, sul settimanale “Lo Specchio”, una rubrica di poesia che dedica molto spazio anche a poeti esordienti. Cucchi ha tradotto dal francese opere di vari autori tra cui Stendhal, Flaubert, Lamartine, Villiers-de-I’Isle Adam, Mallarmé, Prévert. Nel 1996 ha curato, con Stefano Giovanardi, l’edizione di una antologia dei poeti italiani del secondo Novecento, edita nei “Meridiani” Mondadori. Fra i suoi  ultimi lavori, L’ultimo viaggio di Glenn, del marzo 1999, Poesie 1965-2000 Oscar Mondadori, Milano 2001 e 2003, L’uomo che mangia Dialogolibri, Olgiate Comasco 2001, Per un secondo o un secolo Mondadori, Milano 2003, 101 poesie per sopravvivere, Guanda, Milano 2004 ed il romanzo Il male è nelle cose, Mondadori, Milano 2005.

Lascia un commento